Cookies americani e Garibaldi Cookies

Cookies americani, storia e curiosità del simbolo USA

I cookies americani sono un dolce molto popolare sia negli Stati Uniti che nel resto del mondo. Con il loro sapore delizioso e la loro consistenza croccante, i cookies sono diventati un classico della cultura culinaria americana, tanto da diffondersi in varianti differenti anche in altri Paesi e nazioni.
Ma qual è la storia e l’origine dei cookies americani?
In questo articolo esploreremo l’evoluzione dei cookies americani, le origini di questa deliziosa leccornia e le varianti italiane che sono emerse, tra le quali i nostri “Garibaldi cookie”.

La storia dei cookies americani

La storia dei cookies americani inizia nel XVII secolo, quando gli olandesi introducono la loro cultura in ambito food in America. Questi dolci olandesi erano inizialmente conosciuti come “koekjes“, che in olandese significa “piccole torte“. I koekjes erano fatti con ingredienti semplici come burro, zucchero, uova e farina. Inoltre, erano spesso aromatizzati con spezie come cannella e noce moscata.

Con il tempo, la ricetta dei koekjes subì alcune modifiche da parte degli abitanti nativi degli Stati Uniti. Gli americani iniziarono a sostituire alcune delle spezie con ingredienti a loro più graditi come il cioccolato e le noci. Nel 1930, Ruth Graves Wakefield, proprietaria del Toll House Inn nel Massachusetts, decise di aggiungere pezzetti di cioccolato alla sua ricetta di biscotti al burro. I biscotti al cioccolato di Wakefield sono così diventati molto popolari tra i clienti del suo ristorante, e la ricetta fu pubblicata su molte riviste culinarie dell’epoca.

In seguito alla pubblicazione della ricetta, l’azienda di cioccolato Nestlé contattò Wakefield per chiederle di utilizzare la sua ricetta per promuovere il loro cioccolato. Nestlé comprò la ricetta di Wakefield in cambio di una fornitura di cioccolato gratuita a vita. Nel 1939, Nestlé iniziò a produrre il suo famoso cioccolato per biscotti, noto come “Toll House Chocolate Crunch Cookie“, il quale, nella confezione, riportava anche una ricetta per realizzare dei biscotti.

Oggi ci sono molte variazioni dei cookies americani. Ci sono cookies al cioccolato fondente, ai semi di sesamo, al burro di arachidi e molti altri. Molti americani sono appassionati di biscotti e spesso li preparano anche a casa, utilizzando ricette tramandate di generazione in generazione.

Curiosità sui cookies

I biscotti cookies sono dolci molto amati in tutto il mondo per la loro croccantezza e il loro sapore delizioso. Ma oltre alla loro bontà, ci sono molte curiosità interessanti sui biscotti cookies che forse non tutti conoscono.

I biscotti cookies sono stati creati per caso
La versione più popolare dei biscotti cookies, con i pezzi di cioccolato, è stata creata per caso da Ruth Graves Wakefield, che, mentre stava preparando dei biscotti al burro, ha deciso di aggiungere pezzetti di cioccolato pensando che si sarebbero sciolti e si sarebbero diffusi uniformemente. Invece, i pezzi di cioccolato sono rimasti intatti e si sono rivelati deliziosi!

I biscotti cookies sono stati usati come razione militare
Durante la Seconda Guerra Mondiale, sono stati inclusi nelle razioni militari degli Stati Uniti. I biscotti erano resistenti e non si sbriciolavano facilmente, rendendoli ideali come snack per i soldati

Esiste un National Chocolate Chip Cookie Day negli Stati Uniti.
Il 4 agosto è il giorno per celebrare uno dei biscotti cookies.

I biscotti cookies sono stati inviati nello spazio
Nel 1972, gli astronauti dell’Apollo 17 hanno portato con loro un sacchetto di biscotti cookies al cioccolato durante la loro missione sulla Luna.

Ricetta originale Cookies Americani

La ricetta originale dei cookies americani è stata tramandata di generazione in generazione negli Stati Uniti. Oggi ci sono molte varianti della ricetta, ma quella originale prevedeva l’uso di pochi ingredienti semplici che combinati insieme creano la texture morbida e soffice tipica dei cookies.
Ecco la ricetta originale dei cookies americani:

Ingredienti:

  • 2 1/4 tazze di farina 00
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 tazza di burro non salato, a temperatura ambiente
  • 3/4 tazza di zucchero bianco
  • 3/4 tazza di zucchero di canna
  • 2 uova grandi
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 2 tazze di gocce di cioccolato semidolce
  • 1 tazza di noci tritate (opzionale)

Procedimento:

  • Preriscalda il forno a 175°C. In una ciotola media, mescola la farina, il bicarbonato di sodio e il sale.
  • In un’altra ciotola, utilizzando un mixer elettrico, sbatti il burro fino a renderlo morbido e cremoso. Aggiungi gradualmente lo zucchero bianco e quello di canna, e continua a mescolare fino a quando la miscela diventa leggera e spumosa.
  • Aggiungi le uova, una alla volta, mescolando bene dopo ogni aggiunta. Aggiungi l’estratto di vaniglia e mescola ancora.
  • Aggiungi gradualmente la miscela di farina alla miscela di burro, mescolando bene per combinare gli ingredienti. Aggiungi le gocce di cioccolato e le noci (opzionale), mescolando delicatamente per distribuirle uniformemente nell’impasto.
  • Con un cucchiaio da tavola, forma delle palline di impasto delle dimensioni di una noce e posizionale su una teglia rivestita con carta da forno, lasciando circa 5 cm di spazio tra una pallina e l’altra.
  • Cuoci in forno per circa 10-12 minuti o finché i bordi dei cookies iniziano a dorarsi leggermente. Sforna e lascia raffreddare completamente i cookies sulla teglia per 5-10 minuti prima di trasferirli su una griglia per raffreddare completamente.

Questa ricetta originale dei cookies americani è semplice e deliziosa. I cookies pronti risultano essere morbidi e soffici all’interno, mentre i bordi sono leggermente croccanti e dorati.

Garibaldi cookies

I Garibaldi cookies, conosciuti anche come “currant squares” o “raisin biscuits“, sono un classico biscotto britannico che ha origini antiche e un legame con l’Italia. Esploriamo ora la storia e le caratteristiche dei Garibaldi cookies.

I Garibaldi cookies sono composti da due strati di pasta sfoglia che racchiudono dell’uvetta sultanina dolcificata. Questi biscotti croccanti e dolci sono stati originariamente creati nel XIX secolo come parte della crescente popolarità del tè del pomeriggio in Gran Bretagna. I biscotti furono chiamati Garibaldi in onore del generale italiano Giuseppe Garibaldi, che era molto amato in Gran Bretagna all’epoca, per la sua lotta per l’unificazione italiana.

Oggi i Garibaldi cookies sono ancora molto popolari in Gran Bretagna e vengono venduti nei supermercati e nei negozi di dolci. La loro consistenza croccante e il loro sapore dolce li rendono ideali come snack o come dessert da accompagnare al tè. Inoltre, l’uvetta sultanina presente al loro interno contiene numerose proprietà benefiche per la salute, come la riduzione del rischio di malattie cardiache e la regolazione del livello di zucchero nel sangue.

In conclusione, i Garibaldi cookies sono un classico biscotto britannico che ha una storia antica e un legame con l’Italia. La loro popolarità è stata alimentata dalla loro semplicità e dal loro sapore dolce e croccante. Oggi, i Garibaldi cookies rimangono un biscotto amato in tutto il Regno Unito e un piacevole snack per accompagnare il tè del pomeriggio.

Cookies all’italiana

In Italia ci sono diversi tipi di biscotti che hanno una consistenza e un sapore simile ai cookies americani, ma con qualche variazione. Ecco alcuni esempi:

  • Biscotti al burro: questi biscotti sono molto simili ai cookies americani per consistenza e sapore, ma hanno un gusto leggermente diverso a causa dell’uso del burro salato.
  • Biscotti alle noci: questi biscotti sono molto simili ai cookies americani, ma sono fatti con noci tritate invece di gocce di cioccolato. Hanno una consistenza croccante all’esterno e morbida all’interno.
  • Biscotti alle mandorle: questi biscotti sono fatti con mandorle tritate e zucchero e hanno una consistenza croccante e friabile. Possono essere aromatizzati con vaniglia o limone.

Inoltre, non puoi non degustare i nostri “Garibaldi Cookies”: deliziosi biscotti in pasta frolla arricchiti con cacao, marmellata, nocciole della Tuscia e altre materie prime a Km0.

Differenze tra biscotti americani e italiani

I biscotti americani e italiani differiscono infatti per diversi fattori, tra cui gli ingredienti utilizzati, i grassi e le proprietà nutrizionali. Ecco alcune delle principali differenze:

Ingredienti:
I cookies americani sono generalmente fatti con farina, burro, zucchero, uova, vaniglia e gocce di cioccolato. Alcune varianti includono anche noci tritate, cocco, uvetta e altri ingredienti. Invece, i biscotti italiani variano a seconda della regione e della ricetta, ma spesso includono farina, zucchero, burro o olio, uova, lievito e aromi come vaniglia, cannella o limone.

Grassi:
I cookies americani sono generalmente ricchi di grassi, poiché la ricetta prevede l’uso di burro. Alcune varianti possono contenere anche olio vegetale. Al contrario, i biscotti italiani spesso utilizzano olio d’oliva o burro leggero, certamente meno grassi.

Proprietà nutrizionali:
I cookies americani sono noti per essere ricchi di calorie. Una porzione di tre cookies al cioccolato può contenere circa 160 calorie, 8 grammi di grassi e 19 grammi di carboidrati. I biscotti italiani risultano invece meno calorici.

Per soddisfare la tua voglia di biscotti, prova i nostri Garibaldi Cookies italiani: gusto inconfondibile, ingredienti genuini e maestria artigianale.
Vieni a trovarci.

In fondo, tutti i nostri biscotti sono “Garibaldi Cookies”. Quale ti va?

No menu locations found.